BREAKFAST IN LOVE: COLAZIONE BIODETOX

Che cos’è la colazione se non una dichiarazione d’amore a se stessi e a coloro ai quali la stiamo preparando? Abbiamo pensato ad una proposta sana, gustosa e leggera che possa essere facilmente inserita anche in una dieta detossinante.

Le crepes di grano saraceno sono fantastiche per una colazione dettossinante ma allo stesso tempo gratificante.

La farina di grano saraceno è interessantissima per il suo apporto di aminoacidi essenziali e di antiossidanti. Non contiene glutine e colesterolo ed ha proprietà energizzanti.

Per ottenere crêpes ancora più energizzanti potete aggiungere Maca delle Ande: una radice conosciuta come “Viagra peruviano” per le sue proprietà toniche ed afrodisiache.

Ecco la  ricetta, da condividere con coloro che amiamo!

Ingredienti per due crepes:

80 g di farina di grano saraceno integrale;

due albumi d’uovo;

due cucchiaini di Maca in polvere;

maca
Maca delle Ande

latte vegetale q.b.

Amalgamate la farina e le uova in una ciotola capiente. Aggiungete la Maca in polvere. Mano a mano che mescolate unite il latte vegetale (di riso, soia o avena), creando una pastella liscia e senza grumi.

Riscaldate una padella di ghisa, versate l’impasto distribuendolo uniformemente. Cuocete per due minuti su un lato poi, con una spatola di legno, girate e cuocete per altri due minuti. Potete anche congelare le crepe o tenerle in frigorifero fino a tre giorni; riscaldatele velocemente prima di consumarle.

Farcite con marmellata biologica senza zucchero.

Accompagnate le crêpes con una tazza di Biodetox THE TONICO Dr Farmer per aumentare la vostra vitalità, salute e benessere.

San Valentino si avvicina. Condividiamo con chi amiamo!

 

tea tonico
Biodetox TEA TONICO Dr Farmer

 

 

Annunci

BISCOTTI SUPER SALUTE

Come promesso in uno dei recenti articoli del nostro blog ecco una ricetta per condividere in famiglia una colazione non solo sana ma anche gustosa, in poche semplici mosse!

Ingredienti:

160 gr farina integrale Dolcevitafood;

100 gr  farina di avena;

150 gr farina di mandorle/nocciole;

50 gr semi di chia (frullati);

1 cucchiaino di cremortartaro (facoltativo);

1 punta di cannella;

1 punta di noce moscata;

150 gr succo d’agave;

75 gr olio di girasole/mais;

Preparazione:

In una boule mescolare tutti gli ingredienti secchi,  i liquidi a parte in un frullatore. Appena i liquidi sono pronti aggiungere agli ingredienti secchi ed iniziare ad impastare, prima nella boule e dopo per comodità sul tavolo da lavoro. Formare una palla e lasciare riposare 1/2 ore in frigo. Stendere con il mattarello una sfoglia (tra due fogli di carta da forno) alta 4 mm. Prendere uno stampo per biscotti e ricavarne tanti “tondini”. Mettere su una teglia e infornare (forno già a temperatura) a 160° per 10 min.

Gustare!

LA COLAZIONE SUPER SALUTE PER I BAMBINI

La prima colazione è un pasto molto importante della giornata: sbagliatissimo saltarla o farla di fretta, senza dedicarle il giusto tempo e la dovuta attenzione nella scelta degli alimenti. Questo pasto infatti, deve coprire il 20% del fabbisogno calorico giornaliero. Diversi studi ci confermano che se i bambini non fanno una corretta colazione, li esponiamo a un maggior rischio di obesità, dovuto ad un maggior senso di fame che li porta ad assumere un apporto calorico maggiore nei pasti successivi.

Inoltre la scuola richiede un certo consumo di energia: bisogna quindi provvedere a riserve glucidiche per non arrivare in deficit con perdita di concentrazione e ridotta capacità mnemonica.

E’ importante dire NO a una colazione “lampo” con merendine confezionate, troppo ricche di grassi-spazzatura e con pochi nutrienti. Meglio qualche minuto in meno di sonno per guadagnarci in salute con una buona prima colazione: nutriente ma leggera e facilmente digeribile, ricca di vitamine e minerali, in grado di fornire tutta l’energia che serve al bambino durante la mattinata.

La giusta colazione è composta soprattutto da carboidrati e in minima parte da grassi e proteine. Inoltre deve essere considerato anche l’apporto in fibre. Queste insieme ai carboidrati complessi esercitano un effetto saziante maggiore evitando l’ipoglicemia reattiva. Infatti una colazione ricca di zuccheri semplici determina un’iperglicemia con conseguente ipoglicemia reattiva dovuta ad un innalzamento repentino di insulina. Ciò significa che dopo poco tempo dalla prima colazione il bambino avrà di nuovo fame, con perdita di energia, che lo porterà sia ad avere un basso rendimento a scuola con perdita di concentrazione, sia a voler mangiare cibi ricchi in zuccheri e grassi, spesso cibi-spazzatura magari alle macchinette, a metà mattina.

Ecco un esempio di colazione SuperSalute: una tazza di quinoa solubile da aggiungere a latte di riso/avena/soia o yogurt di soia bianco, frutta fresca (anche macedonia), frutta secca tritata (noci, mandorle) e frutta seccata (more, lamponi, bacche), semi oleaginosi (lino, chia) e del buon cioccolato fondente (minimo al 70%) in scaglie. Per dolcificare il tutto e renderlo gustoso per i bambini potete utilizzare sciroppo d’acero.

Di fondamentale importanza (sia per adulti che per bambini) è assumere dei liquidi a stomaco vuoto prima di effettuare la colazione . Meglio optare per dell’acqua o una buona tisana, eliminando succhi di frutta zuccherati. Da provare sono anche delle semplici tisane fatte in casa con frutta fresca e delle spezie (ad esempio arancia e cannella o limone e zenzero). L’assunzione di liquidi apporta diversi benefici, in primis l’apparato gastroenterico è vuoto quindi l’acqua passa e pulisce. Mantenere un intestino pulito è importante per prevenire diverse patologie. Inoltre l’acqua prima del pasto favorisce la digestione inducendo i movimenti peristaltici, ovvero i movimenti che permettono l’avanzamento del chimo alimentare.

La prima colazione è anche un momento di condivisione e di relazione: sarebbe quindi meglio che entrambi i genitori si sedessero a tavola con il bambino, consumando il pasto con la dovuta calma (almeno un quarto d’ora è necessario). Sembra impossibile fare questo con i ritmi frenetici della vita di oggi, ma in realtà, se ci si organizza e si prende l’abitudine, non è poi così difficile! Per risparmiare tempo si dovrebbe abituare il proprio figlio a lasciare le cose per la scuola pronte dalla sera prima: lo zainetto con il materiale scolastico, l’abbigliamento e le scarpe per il giorno dopo, ad esempio.

Vista l’importanza e i vantaggi di una buona prima colazione, ne vale proprio la pena!

Chiunque abbia figli conosce le difficoltà pratiche e psicologiche dell’inserire alcuni alimenti salutari nelle abitudini alimentari dei propri figli e per questo motivo nei prossimi articoli descriveremo alcune semplici ma gustose ricette per rendere non solo sani ma anche accattivanti le loro colazioni. Anticipiamo un messaggio fondamentale: per insegnare la SuperSalute ai propri figli, un buon esempio vale più di mille parole.

Le corrette abitudini alimentari e l’atteggiamento positivo della famiglia verso l’alimentazione in genere sono il primo modello, e anche il più convincente, che il bambino coglierà al di la di qualsiasi indicazione verbale.

Non c’è consiglio migliore di un buon esempio!