RECUPERARE LE ENERGIE ATTRAVERSO IL RILASSAMENTO

Ormai abbiamo dimenticato che il corpo ha i suoi tempi e che la mente li deve rispettare. Non farlo equivale a una dichiarazione di guerra dell’esito scontato. Recuperare le energie nel nostro quotidiano, nel nostro tempo libero e durante le vacanze diventa allora fondamentale per la nostra salute. RILASSAMENTO è allora la parola magica. Rilassamento e stress funzionano infatti come l’acqua e l’olio in uno stesso recipiente: non si mescolano mai. Non possono quindi essere presenti contemporaneamente dentro di noi perché si inibiscono a vicenda. In altre parole, se impariamo ad attivare una “risposta di rilassamento”, inibiremo la comparsa di una reazione di stress e recupereremo le energie.

Volete una prova? Secondo alcuni studi praticare il rilassamento con una seduta di training autogeno di 10 -15 minuti equivale a circa due ore di sonno in termini di energia psicofisica recuperata.

Durante l’esercizio avvengono molte modificazioni positive nel nostro organismo:

-si riduce il consumo di ossigeno e il ritmo cardiaco.

– cresce la produzione di endorfine ed encefaline (soppressori naturali del dolore).

-i muscoli si rilassano.

-diminuiscono i dolori articolari e muscolari.

-si abbassa la pressione arteriosa.

-cala la produzione di cortisolo e adrenalina (gli ormoni dello stress).

-aumenta la circolazione sanguigna e l’irrorazione dei tessuti.

Esistono semplici esercizi tratti dalle più efficaci e consolidate tecniche rilassamento da eseguire quotidianamente in poco tempo e in qualsiasi luogo vi troviate (in ufficio, a casa, in vacanza) una volta diventati pratici. Tanti obietteranno “non ho tempo”, “riesco a stento a vedere gli amici”, “la sera arrivo a casa tardi..”. Sono frasi familiari condivise perché le persone, quando pensano di dover introdurre nuove abitudini si lamentano soprattutto di avere poco tempo.Una volta però domandai ad  un grande maestro yoga quanto praticava ogni giorno immaginandomi una risposta decisamente scoraggiante, del tipo “un’ora o due”. Quello che disse fu sorprendente e fece crollare tutti i miei  pregiudizi: “cinque minuti”. Tutti se vogliamo riusciamo a trovare il tempo per cominciare ad introdurre queste pratiche nella nostra vita, impadronendoci così di un valido alleato per allentare le tensioni fisiche e mentali, ridurre l’ansia, far fronte ai disturbi psicosomatici di vario genere (es. cefalea e dolore osteoarticolare, contratture muscolari, problemi respiratori, insonnia, ipertensione), recuperare le energie fisiche e intellettive e uscire dal circuito dello stress per ritrovare un contatto positivo con il proprio corpo e la propria persona.

Cominciamo ora. Approfittiamone delle vacanze!

Dott.ssa Roberta Bianchi, Psicologa Psicoterapeuta

 

Annunci

LA DIETA SUPERSALUTE: BASTA DIGIUNI. SENTIRSI IN FORMA MANGIANDO BENE È POSSIBILE

Un articolo sul portale http://www.medicinaoltre.com pubblicato in data 29 giugno 2016 parla di noi!

Arriva l’estate e porta con sé la solita valigia colma di diete: last minute, fai da te, spesso dannose a spirito e salute. Eppure una dieta migliore esiste, ed è quella che si può seguire tutta la vita, senza terrorismi, senza privazioni e soprattutto consapevolmente. Basta imparare a mangiare, con piacere. Questo insegna Massimo Gualerzi, cardiologo esperto in prevenzione cardiometabolica, nel suo “La dieta SuperSalute” (Sperling & Kupfer, 2016, pp.240, 17 euro), un libro che in nove capitoli racconta, con numerosi esempi e test, il metodo SuperSalute. Un approccio dietologico moderno e personalizzato, perché non siamo tutti uguali: c’è chi tende ad ingrassare nella parte inferiore del corpo, il morfotipo “a pera”, c’è chi ha gambe magre e morfotipo “a mela”, e per ognuno il regime alimentare dev’essere calibrato. Secondo Gualerzi, la “dieta giusta” esiste: consente di trarre energia e dormire meglio, di prevenire le malattie e le infiammazioni e di rallentare l’invecchiamento, in poche settimane, scegliendo cibi divertenti e gustosi.

Quattro i pilastri su cui si basa la dieta SuperSalute: prima di tutto la cronobiologia, ossia la scelta degli alimenti giusti al momento giusto seguendo le stagioni dell’orto ma anche l’orologio del corpo; poi la fase biodetox, ovvero una tre giorni preparatoria per purificarsi, sostituendo, ad esempio, il sale con le spezie; di conseguenza una lista di alleati da preferire a tavola, dalla frutta secca ai cereali integrali; infine, ultima ma non ultima per importanza, la consapevolezza, ingrediente indispensabile per cambiare stile di vita. Perché, come scrive Gualerzi, “l’accumulo di grassi non è solo antiestetico, ma soprattutto conseguenza di uno stile di vita sbagliato, un avvertimento del nostro corpo”. Tornare a conoscersi, quindi, ma anche “cominciare a scegliere di mangiare in maniera più appropriata ed evitare che sia il cibo a scegliere noi”, per abitudine, per la troppa fretta o ancor peggio per seguire diete massacranti e inutili.
Nel libro, le ricette della naturopata ed esperta di cucina naturale Silvia Strozzi aiutano ad arricchire con gusto la propria tavola. Per riuscire a farcela, cambiare vita e, soprattutto, fare il pieno di energia e salute. Anzi, di Supersalute.
Massimo Gualerzi è cardiologo, esperto in prevenzione e riabilitazione delle malattie cardiovascolari. È stato per quindici anni dirigente medico nell’Unità di prevenzione e riabilitazione cardiovascolare della Fondazione Don Gnocchi all’Università di Parma. Attualmente è direttore delle terme di Salsomaggiore e di Tabiano. È autore e coautore di diverse pubblicazioni scientifiche internazionali e tiene corsi in tutta Italia sui temi del benessere e della SuperSalute, seguiti ogni anno da migliaia di medici. A Parma ha fondato una palestra medica unica nel suo genere e molto frequentata. Per Sperling & Kupfer ha già pubblicato con Claudio Rinaldi il libro “SuperSalute”.
Titolo: La dieta super salute
Autore: Massimo Gualerzi
Editore: Serling & Kupfer
Pagine: 228
Prezzo: 17,00 euro